Storie
15:01, 11 mag 2021

Education, inclusione e qualità della vita: l'attenzione alle persone è una risorsa per l'azienda

Fabio Colacicco
Responsabile risorse umane gruppo Sella
Condividi
Getty Images
Getty Images

English version

Education, work-life balance, welfare aziendale, coinvolgimento, performance management. Nel contesto attuale, di forte accelerazione della trasformazione digitale e dell'innovazione, anche per effetto dell'emergenza connessa alla pandemia, tutti questi diventano ambiti imprescindibili della buona gestione e dello sviluppo delle persone in azienda. L'attenzione alle persone, alle "risorse umane", infatti, è uno dei capitoli della Dichiarazione Non Finanziaria che abbiamo appena pubblicato.

Il valore generato dal Gruppo Sella e i risultati raggiunti in un anno così particolare sono stati il frutto del lavoro di un team che, a dicembre 2020, ha raggiunto i 5.248 componenti, tra dipendenti e collaboratori che costituiscono il Team Sella. Di questi i dipendenti sono 4.854, in crescita di 207 unità rispetto al 2019. Il piano industriale 2021-2023 prevede di continuare a crescere ed investire sulle persone.

Si tratta di un Gruppo giovane, infatti l'età media è circa 43 anni, che considera la diversity un fattore vincente, lo dimostra sia il sostanziale equilibrio tra componente femminile e maschile sia gli scambi culturali favoriti anche dai contatti lavorativi fra colleghi presenti oltre che in Italia, anche in India, Romania, Inghilterra, Spagna, Emirati Arabi Uniti e Svizzera. 

In ambito formazione, il Gruppo ha strutturato un piano volto alla preparazione e all'avvio di importanti percorsi di sviluppo del personale che possano preparare l'organizzazione ad operare in maniera agile e aperta in un contesto in rapido divenire. Lo sviluppo individuale delle persone è orientato alla valorizzazione del talento di ciascuno, affinché tutti possano contribuire pienamente, al meglio delle proprie possibilità, al raggiungimento degli obiettivi. Complessivamente a livello di Gruppo nel 2020 sono state erogate più di 191.000 ore di formazione.

L'attenzione che il Gruppo pone sul work-life balance è significativa ed i progetti volti a migliorarla toccano gli ambiti più svariati. Uno dei progetti più interessanti completato nel 2020 è stata la "Banca del Tempo": un'iniziativa di solidarietà mediante la quale le persone hanno potuto donare proprie giornate di ferie a colleghi che ne hanno fatto apposita richiesta per motivi di necessità, così che questi ne possano usufruire.

Lo smartworking, attivato nel Gruppo ben prima dell'inizio della pandemia, e la possibilità di lavorare in spazi di co-working in diverse città italiane ha consentito di ottimizzare le trasferte di lavoro con un beneficio sia per la qualità della vita delle persone sia per l'ambiente grazie alle emissioni risparmiate. 

Nell'ottica di sostenere il benessere delle persone nell'organizzazione e mantenere alto il livello di motivazione ed engagement, in continuità con gli anni precedenti, è stato ulteriormente arricchito e promosso il sistema di welfare aziendale.

Il coinvolgimento delle persone è un fattore discriminante per il raggiungimento degli obiettivi aziendali, che viene perseguito attraverso una varietà di iniziative, l'uso di molteplici canali e strumenti di comunicazione interna.  Tali strumenti si sono ulteriormente evoluti ed adattati al fine di garantire il massimo coinvolgimento anche durante la pandemia, ad esempio attraverso eventi in streaming, podcast, video e l'aumento nell'utilizzo del social network aziendale che nel corso del 2020 ha registrato circa 9 milioni di interazioni.

Infine, il performance management system, oggetto di evoluzione negli ultimi anni, è una importante occasione di riflessione comune tra manager e collaboratore che consente di fornire un feedback sui risultati conseguiti e sui comportamenti espressi, in ottica di costante miglioramento.