Storie
11:20, 09 nov 2020

Innovazione aperta, ecosistemi e piattaforme: la rivoluzione digitale che cambia le regole del gioco

Pietro Sella ne ha parlato su Codice Beta, il podcast Rai sull'innovazione curato da Massimo Cerofolini e Barbara Carfagna, che racconta questa trasformazione attraverso i suoi protagonisti

Condividi
Gli spazi del Lanificio Maurizio Sella durante l´evento BiDigital tenutosi lo scorso anno
Gli spazi del Lanificio Maurizio Sella durante l´evento BiDigital tenutosi lo scorso anno
.
podcast
Ascolta il Podcast
Pietro Sella: "Il segreto per innovare? Fare squadra con la concorrenza"

Innovazione aperta, ecosistemi, piattaforme: la rivoluzione digitale è in pieno svolgimento e ha cambiato le regole del gioco. Un tema che Codice Beta, il podcast Rai sull'innovazione curato da Massimo Cerofolini e Barbara Carfagna, ha affrontato con i protagonisti di questa trasformazione. Episodio 4, Pietro Sella, ceo del gruppo Sella.

Riavvolgiamo il nastro. Il racconto infatti parte da lontano, perché Sella quest'anno compie 450 di storia imprenditoriale. Anzi è "una startup da 450 anni", come l'ha definita la rivista Fortune Italia. Dal tessile, alla banca, dal Fintech all'ecosistema di open innovation che oggi ruota intorno alle strategie del Gruppo.

Di tutto questo ha parlato Pietro Sella a Codice Beta. "Nell'800 - racconta Massimo Cerofolini presentando la lunga chiacchierata sui suoi profili social - il suo omonimo antenato andò in Inghilterra come operaio e tornò a Biella con le macchine tessili che aprirono la rivoluzione industriale in Italia, mentre il più celebre Quintino - da ministro del neonato Regno d'Italia - fondò un centro di ricerca strategico come il Politecnico. Lui, Pietro Sella, negli anni Novanta ha lanciato la prima banca online italiana, ha permesso il primo acquisto ecommerce e la prima compravendita azionaria sul web, sempre in Italia. Poi ha capito che da solo puoi anche correre veloce ma che solo insieme puoi andare ancora più svelto e soprattutto più lontano. E così adesso ha scommesso sul Fintech District, un ecosistema di innovazione della finanza in cui operano insieme startup, ricercatori, istituzioni, grandi aziende e persino banche in concorrenza con la sua".

Una lunga storia con tanti momenti di discontinuità, ma anche con link, connessioni e punti di contatto forti. Come quello che lega virtualmente la rivoluzione industriale ottocentesca a quella digitale attualmente in corso, che proprio a Biella ha un chiaro punto di contatto presso lo storico complesso del Lanificio Maurizio Sella, dove nel 2013 nasce Sellalab, il polo d'innovazione voluto per consentire a startupper e imprenditori di incontrarsi, contaminarsi, sviluppare progetti, entrare in contatto con potenziali investitori ed essere supportati dall'esperienza e dai servizi bancari, finanziari e tecnologici del gruppo Sella.

La strada verso l'open banking e l'open innovation inizia proprio da lì, in quello che una recente guida "111 luoghi di Biella che devi proprio scoprire" indica come tappa obbligata. Così come lo è a Milano il Fintech District promosso dal Gruppo Sella proprio sulla scia dell'esperienza di Sellalab e che oggi rappresenta la principale community italiana dell'innovazione finanziaria.

Lungo questo percorso si snoda il racconto di Codice Beta, tutto da ascoltare.