Consumi elettrici: Terna, +8,5% maggio ma sul confronto annuo pesa pandemia -2-

+9,5% dato destagionalizzato e corretto per temperatura (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 11 giu - Terna ricorda che a maggio c'e' stato un giorno lavorativo in piu' rispetto allo scorso anno e una temperatura media mensile inferiore di circa 2 gradi. Il dato destagionalizzato e corretto dagli effetti di calendario e temperatura e' stata quindi del 9,5%. A livello territoriale la variazione tendenziale di maggio e' stata ovunque positiva: +9% al Nord, +8,6% al Centro e +7,2% al Sud. In termini congiunturali, il valore destagionalizzato (e corretto dagli effetti di calendario e temperatura) ha fatto registrare una flessione dell'1,6% rispetto al mese precedente (aprile). Nei primi cinque mesi del 2021, la domanda elettrica in Italia e' in crescita del 6,6% rispetto all'omologo periodo dello scorso anno (+7,5% in termini rettificati). Nel mese di maggio la domanda di energia elettrica e' stata soddisfatta per circa l'86% conproduzione nazionale e per la quota restante (14%) dal saldo dell'energia scambiata con l'estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (21,3 miliardi di kWh) ha registrato un calo dell'1% rispetto a maggio 2020. In aumento le fonti eolica (+15,1%) e fotovoltaica (+5,9%); in flessione le fonti termica (-0,4%%), geotermica (-2,9%) e idrica (-11,4%). Per quanto riguarda il saldo importexport, la variazione e' pari a +170% per un effetto combinato dell'aumento dell'import (+58,1%) e di una riduzione dell'export (-78,3%).

com-Ggz

(RADIOCOR) 11-06-21 12:37:00 (0272)ENE 3 NNNN