Storie
14:41, 16 giu 2021

Sella Data Challenge: la fintech VidyaSoft si aggiudica la sfida dedicata al mondo dei dati

I progetti delle 8 fintech finaliste della competizione dedicata al mondo dei dati sono stati valutati da una giuria di professionisti del settore ed esperti del gruppo Sella. Il vincitore si è aggiudicato un premio in denaro e la possibilità di sviluppare la soluzione con Banca Sella  

Condividi
Getty Images
Getty Images

English version

Mettersi in gioco per elaborare nuove soluzioni partendo dall'analisi dei dati e per personalizzare l'offerta di prodotti e servizi offerti alla clientela. È stato questo l'obiettivo della Sella Data Challenge, la competizione rivolta a startup e scaleup fintech lanciata da Banca Sella nell'ambito della propria strategia di open innovation e organizzata in collaborazione con il Fintech District.
Dopo un percorso iniziato nel mese di febbraio con le candidature e le prime selezioni, le 8 realtà finaliste hanno potuto sviluppare per due mesi e mezzo il proprio progetto puntando alla vittoria finale che permesso al vincitore l'accesso a un premio di 15mila euro e la possibilità di sviluppare e testare con Banca Sella la soluzione individuata.

Ad aggiudicarsi la sfida è stata la fintech VidyaSoft con il suo progetto che prevede l'utilizzo di un algoritmo caratterizzato da intelligenza artificiale per semplificare l'esperienza dell'utente al momento del pagamento elettronico negli acquisti online.  

Ma come si è svolta la Sella Data Challenge? Ripercorriamone tutte le tappe.

La competizione
Lanciata da Banca Sella e organizzata in collaborazione con il Fintech Startup, la Sella Data Challenge prevedeva che le fintech selezionate potessero lavorare sui i dati dei clienti, messi a disposizione in forma anonima dalla banca sulla "data sandbox¿ di Fabrick, piattaforma di open banking su cui la banca ha pubblicato le proprie API.  I partecipanti  potevano quindi contare su di un vero e proprio ambiente di test e sviluppo, coerente con le normative a tutela della privacy, così da poter effettuare le analisi desiderate sui dati che sono stati resi anonimi e dare vita a personalizzazioni su servizi e prodotti.
L'ottimizzazione del processo di valutazione del lifetime value, un indicatore chiave per l'analisi del comportamento di acquisto dei clienti, o l'adozione di nuovi modelli di pre-scoring, ossia di valutazione preventiva nelle richieste di finanziamento, sono solo alcuni degli esempi di processi che possono essere innovati grazie ad un migliore utilizzo dei dati e sui quali i partecipanti alla challenge hanno potuto lavorare.

Le fintech partecipanti
Ad essersi affrontate nella finale della Sella Data Challenge sono state 8 startup e scale up fintech: Virtual B, Premoneo, Bid Company, Cardo AI, Galileo XA, Utego, VidyaSoft e Altilia. Queste finaliste sono state selezionate tra le 54 candidature arrivate, anche dall'estero, per accedere al programma, dopo una prima selezione che ha ristretto a 16 i candidati. Rimaste in 8 hanno avuto due mesi e mezzo di tempo per realizzare e presentare la loro idea attraverso un prototipo funzionante, una demo, una applicazione o semplicemente un "proof of concept¿. Durante la challenge sono stati supportati settimanalmente da un team di professionisti di Banca Sella, Fintech District e Fabrick, che li hanno aiutati nello sviluppo del loro progetto

La sfida finale
Nell'evento conclusivo della Sella Data Challenge le 8 realtà finaliste hanno potuto presentare la proprio soluzione ad una giuria composta da esperti del gruppo Sella e tre professionisti del settore: il giornalista del Sole 24 Ore Pierangelo Soldavini, l'investment manager di United Ventures Giulia Giovannini e il Chief Data Officer di Aidexa Walter Rizzi. Tutti i componenti della giuria hanno potuto valutare singolarmente i progetti secondo parametri predefiniti, dall'originalità della proposta al potenziale di sviluppo sul mercato fino alla qualità della presentazione. Dopo un confronto collettivo finale, la giuria ha assegnato il premio al progetto "Hands Free SCA" di Vidyasoft che si è quindi aggiudicato i 15mila euro in palio per sviluppare e testare con Banca Sella la soluzione individuata.  

Il progetto vincitore
Ad aggiudicarsi la competizione è stata quindi la soluzione "Hands Free SCA" che la fintech VidyaSoft ha sviluppato durante la competizione, dopo aver passato la prime selezioni per accedere al programma ed essere stata selezionata tra le 8 startup e scale up per la fase finale della Sella Data Challenge. 
Il progetto prevede l'utilizzo di un algoritmo caratterizzato da intelligenza artificiale che capisce se un certo acquisto è "tipico", semplificando così l'esperienza dell'utente al momento del pagamento elettronico negli acquisti online.