Notizie
10:48, 22 apr 2020

Hype diventa istituto di moneta elettronica

Ricevuta l'autorizzazione da parte di Banca d'Italia. Da giugno la challenger bank potrà aprire e gestire autonomamente i conti dei propri clienti, attribuendo loro come avviene oggi un Iban specifico valido a livello europeo

Condividi
-

Hype, la soluzione digitale per una gestione semplice ed efficiente del denaro, ha ricevuto da Banca d'Italia l'autorizzazione ad operare come Istituto di Moneta Elettronica. Dopo essersi focalizzata sulle attività che hanno portato a una straordinaria crescita in termini di customer base, servizi e costante affinamento della user experience, gestendo l'attivazione dei servizi bancari attraverso una licenza "as a service", Hype fa un ulteriore passo nel suo percorso di crescita autonoma. 

A partire da giugno la challenger bank potrà aprire e gestire autonomamente i conti dei propri clienti, attribuendo loro come avviene oggi un Iban specifico valido a livello europeo, e potrà rafforzare la propria presenza sul mercato ampliando la gamma di funzionalità offerte ai clienti come, ad esempio, prestiti personali e investimenti. 

Per i clienti, che nel corso di questi giorni riceveranno da parte di Hype la comunicazione relativa all'ottenimento della licenza IMEL via mail, l'esperienza d'uso resterà invariata.